Nei negozi degli associati alla AAeC il cliente può avere il piacere di scoprire ed ammirare oggetti di alta qualità, spesso eccellenze, prodotti da aziende e artigiani della coltelleria internazionale. Talvolta però questo confine viene superato e ci si può trovare di fronte a delle vere e proprie opere d’arte, pezzi unici, eleganti e raffinati, realizzati con materiali di pregio.

E’ sicuramente il caso di questo rasoio a mano libera, di cui la Coltelleria Preattoni ci ha inviato una breve descrizione e alcune suggestive immagini  che volentieri pubblichiamo a testimonianza della passione e della competenza dei nostri associati.

dettaglio del manico

L’introduzione del ricamo in acciaio traforato, tipica della zona di Campobasso, viene fatta risalire addirittura alla seconda metà del XVIII secolo, quando Carlo Rinaldi, iniziò ad utilizzare questa tecnica. Ancora oggi alcuni artisti molisani proseguono la tradizione e con trapani e lime danno forma a piccoli capolavori. 

Ispirandosi a eccellenti creazioni del passato, gli artigiani del Duo Medusa (Andrea Bratelli e Franz Kleber), in collaborazione con il Maestro Giovanni Zampini, hanno realizzato quest’opera esclusiva.
Il manico è stato creato da Giovanni Zampini, su una dima del Maestro Stefano Raffa, utilizzando acciaio AISI 440 inossidabile. Il rasoio è un strumento che viene utilizzato in presenza di acqua, quindi la scelta di utilizzare in tempi moderni gli inossidabili è obbligata. Infatti, anche la lama, prodotta dal Duo Medusa in CPMS35VN, è inossidabile e si sposa quindi bene con il manico.  Da questo “matrimonio” è nato un manufatto artigianale che non ha eguali, dalle forme ispirate alla tradizione molisana, ma proiettato verso il futuro.

Testo e foto: Coltelleria Preattoni
 #preattoni #rasoioamanolibera #duomedusa #giovannizampini